sabato 4 agosto 2018

Certificato New Club Elite - il Tribunale di Torino in favore dei consumatori


Molti lettori del blog ci hanno scritto di recente chiedendoci quale sia la posizione assunta dal Tribunale di Torino rispetto alla validità del contratto di acquisto del certificato Club Elite. Dobbiamo premettere che non possiamo darvi un quadro completo, in quanto i giudici intervenuti in questa materia sono molti, e la definizione dei giudizi può essere diversa.

Sicuramente possiamo evidenziare alcuni aspetti che hanno caratterizzato i recenti interventi dei giudici torinesi chiamati a decidere in merito a questi particolari contratti.


Travel S.r.l. - il ricevimento del certificato NCE non sana la carenza informativa
Il giudice torinese ha considerato non valido il contratto sottoscritto da una coppia di torinesi con la società Travel (oggi in liquidazione), per evidente carenza di informazioni. Nel caso di specie, come segnalato da molti consumatori, la società venditrice non aveva fornito tutte le informazioni agli acquirenti.

Travel, in particolare, aveva omesso di comunicare ai consumatori sia la durata dell'iscrizione al club che il numero delle persone che avrebbero potuto usufruire del diritto vacanza.

il Tribunale di Torino ha evidenziato che tale carenza informativa non può essere superata dalla consegna successiva del certificato vacanza, ed ha concluso per la cancellazione dei consumatori da New Club Elite.  omettendo la durata dell'iscrizione al club e la possibile partecipazione . 

Dream Travel (Your Project Dream) - vendita senza alcuna informazione = vendita nulla
Dreams Club/Dream Travel è un'altra società che ha venduto molti certificati NCE nel torinese, tant'è che si sono molteplici le cause concluse con esito positivo, ossia con la dichiarazione di nullità del contratto di acquisto.

Nel caso affrontato dal giudice torinese, il contratto di vendita è stato dichiarato nullo perché carente sotto il profilo informativo, in violazione dell'art. 71 del Codice del Consumo.

Il Tribunale ha correttamente ribadito il principio secondo il quale le informazioni che il venditore deve fornire al consumatore devono essere complete, trasparenti ed univoche.

Il contratto di Dream, al contrario, non è chiaro né quale diritto viene acquisito dal cliente, né come deve essere esercitato, né dove esercitarlo. Queste carenze hanno giustificato il provvedimento del Tribunale di Torino che ha dichiarato nullo il contratto, ritenendo cancellata l'iscrizione a New Club Elite.

Nessun commento:

Posta un commento

Modifica il post