domenica 21 gennaio 2018

Reggio Emilia: il giudice ordina la cancellazione da New Club Elite

Altra buona notizia per coloro che vogliono chiudere la propria esperienza con New Club Elite, o sono comunque proprietari di un certificato vacanza e vogliono ottenere giustizia. 

L'esigenza di uscire da questo tipo di contratti si manifesta in modo più pressante in questo periodo, ossia quando i gestori dei resort e dei circuiti vacanza ai quali sono stati iscritti i consumatori, avanzano la richiesta di pagamento dele spese di gestione.

E quindi, la volontà di non dover più pagare l'annuale pedaggio per un servizio di cui non si riesce ad usufruire, rende più fastidioso questo "spreco di denaro".

La domanda che di solito viene rivolta dai titolari dei certificati è sempre la stessa: "ci sono concrete possibilità di ottenere dal tribunale l'ordine di cancellazione dal club?".

Il Tribunale di Reggio Emilia, seguendo il ragionamento già sviluppato da altri giudici, ha analizzato un modello contrattuale di vendita ritenendolo contrario alle norme previste in materia e quindi non vincolante per il consumatore.

Il Tribunale di Reggio Emilia, in particolare,  ritiene il contratto di acquisto per nulla trasparente, in quanto "atteso che non è possibile procedere all’esatta individuazione degli immobili oggetto del godimento turnario con riferimento alla località geografica, ai dati catastali, ai metri quadri; né è possibile comprendere le modalità attraverso le quali si sarebbe potuto scegliere il periodo di godimento dell’immobile, genericamente riferito a “periodi settimanali floating”

La genericità del modello sottoposto alla firma dei consumatori non può essere giusto presupposto per vincolari questi ultimi al club e, quale conseguenza, all'obbligo del pagamento delle spese di gestione annuali (o alla quota di appartenenza al club) fino al 2053.

Non può, in altri termini, l'acquirente essere vincolato ad un dovere di pagamento, quando tutto ciò non è stato chiarito sin dall'avvio del rapporto contrattuale, per colpa del venditore che ha voluto celare tante informazioni necessarie ai fini della decisione (si ricordi la promessa di rivendita o far credere che l'acquisto consiste in "una forma di investimento).

Quale conseguenza?

Non possiamo che, ancora una volta, richiamare quanto scritto dal Tribunale di Reggio Emilia: "si osserva che l’iscrizione in tale registro risulta essere stata eseguita sulla base del contratto qui dichiarato nullo, e pertanto detta iscrizione diviene ora sine causa".

Corretta la conclusione del Tribunale di Reggio Emilia: se viene accertato che il contratto di acquisto del certificato New Club Elite non è valido, di consegeunza la stessa iscrizione al club inglese non è valida perché priva di causa/giustificazione.

Il consumatore, va da sé, dovrà essere cancellato dal Registro degli iscritti a New Club Elite perché la sua inclusione nell'elenco degli associati non è più giustificata, come la richiesta di pagamento delle spese da parte del gestore.

Nessun commento:

Posta un commento

Modifica il post